BALDO IN RETE è un sistema integrato di opere mirate alla valorizzazione del comprensorio del Monte Baldo nei suoi notevoli e vari aspetti storico-culturali, paesaggistico-ambientali, naturalistici, sportivi e ricreativi.

Il sistema di itinerari proposto comprende antiche strade comunali e vicinali, caratteristiche mulattiere selciate e sentieri, che hanno rappresentato per secoli le vie di accesso alle più aspre aree del Monte Baldo. Per lunghi tratti conservano ancora l’originale tracciato e lungo il loro percorso sono ben riconoscibili le testimonianze dell’antica comunità contadina e della sua incessante attività.

Dalle aree di parcheggio collegate alla viabilità principale, opportunamente realizzate o sistemate, attraverso faggete, boschi di latifoglie e conifere, prati e pascoli, si raggiungono vecchie contrade isolate, insediamenti temporanei del passato, caratteristici bàiti e casàre delle numerose malghe, sempre accompagnati da splendidi scorci panoramici.

Collegandosi ai sentieri che raggiungono le cime più alte o che scendono verso la Val d’Adige e il Lago di Garda, è possibile inoltre cogliere gli importanti e noti aspetti naturalistici del Monte Baldo. Si possono attraversare, infatti, in rapida successione, tutte le principali formazioni vegetali presenti nella penisola italiana e in gran parte d’Europa.

La dotazione di una cartellonistica inserita in modo armonico nell’ambiente che evidenzia di volta in volta le numerose e significative emergenze, accompagna i visitatori nella conoscenza del territorio nei suoi vari aspetti.

I bàiti e le casàre di alcune malghe, adeguatamente recuperati e riqualificati, costituiscono importanti riferimenti per la ricettività turistica, per la valorizzazione e vendita di prodotti tipici locali, come centri didattici, punti informativi, punti di ristoro e assistenza alle attività sportive.

La presenza di percorsi “accessibili a tutti” e le aree di sosta dotate di panche e tavoli in prossimità degli edifici delle malghe, completano la possibilità di fruizione del territorio da parte di qualsiasi visitatore.

progetto

B.iodiversità

Il territorio del Monte Baldo è caratterizzato da una grandissima ricchezza biologica, dovuta alla straordinaria posizione geografica, oltre che alle vicissitudini geomorfologiche. La catena del Monte Baldo, situata al margine meridionale delle Alpi, si affaccia sulla pianura, è distesa per 35 km lungo la sponda veronese del lago di Garda e degrada rapidamente nella valle dell’Adige. Ciò comporta una varietà biologica eccezionale. Questo “territorio ad alta naturalità” è annoverato come l’area con la biodiversità più elevata per unità di superficie nell’intera Europa.

biodiversita

A.lpeggi

Il Monte Baldo è tuttora caratterizzato da una importante produzione agricola, legata in buona parte all’allevamento e ai prodotti tipici locali. La possibilità di affiancare alla produzione di qualità la trasformazione in loco del prodotto e la sua successiva commercializzazione rappresenta una opportunità, per i turisti, di acquistare prodotti ottenuti secondo criteri di sostenibilità e di valorizzazione delle tipicità del territorio.

 

alpeggi

L.ago

La contiguità territoriale tra Lago di Garda e Monte Baldo ha indotto alla realizzazione di una sentieristica attrezzata che permette ai turisti/escursionisti di accedere in sicurezza ad ambienti di grande interesse naturalistico e paesaggistico. La rete dei percorsi consente di accedere direttamente dalle sponde del Lago agli ambienti di quota, da quelli intermedi a quelli di vetta.

lago

D.idattica e sport

Il Monte Baldo, per le sue straordinarie qualità naturalistiche, è un ideale “laboratorio a cielo aperto” per lo svolgimento di attività didattiche, con l’apporto di specifiche strutture didattiche locali, quali L’Orto Botanico del Monte Baldo e l’Osservatorio Astronomico di Novezzina. Tali strutture, inserite in un contesto ambientale unico, permettono di svolgere peculiari attività di educazione ambientale, integrate con l’escursionismo alpino e sport di grande richiamo, come il mountain-bike e il parapendio.

didattica

O.spitalità

Le strutture ricettive sono state potenziate e integrate con la realizzazione di sentieri accessibili a tutti, il recupero e la riqualificazione delle malghe, il posizionamento di cartelli didattici e segnavia, l’allestimento di aree di sosta e accoglienza presso le malghe. Tutto ciò consente una fruizione più completa e gradevole del territorio.

malgavalvaccara