LE ROCCE

Il Monte Baldo è costituito prevalentemente da rocce sedimentarie marine di tipo carbonatico che si sono sollevate in seguito a spinte tettoniche esercitate da un lato dalle Prealpi Bresciane e dall’altro dal blocco dei Monti Lessini. Le rocce del Monte Baldo sono le seguenti (dalle più antiche alle più recenti):

Triassico (da 200 a 240 milioni di anni):

– Dolomia Principale: è costituita da strati di carbonato doppio di calcio e magnesio intervallati da strati di lamine algali (stromatoliti).

Giurassico (da 135 a 200 milioni di anni):

– Calcari Grigi di Noriglio: sono grigi per la presenza di sostanza organica depositata in acque poco profonde.

– Calcare Oolitico di San Vigilio: di colore nocciola chiaro, costituito da granuli di calcite tondeggianti (ooliti) formati per il movimento dovuto alle correnti di marea.

– Rosso Ammonitico Veronese: calcare ricco di macrofossili (ammoniti), testimonia lo sprofondamento dei fondali nel periodo di formazione.

Cretaceo (da 65 a 135 milioni di anni):

– Biancone: calcare bianco avorio fittamente stratificato con livelli di selce, formato da sedimenti di grande profondità (oltre mille metri).

– Scaglia Rossa: calcare fittamente stratificato, di colore rossastro per la presenza di argilla contenente ossidi di ferro.

Eocene (da 25 a 65 milioni di anni):

– Calcare di Torbole e Malcesine: calcare fossilifero molto ricco di resti di organismi marini (nummuliti, coralli, echinodermi).

– Lave e tufi: si sono formate a seguito di fenomeni di vulcanesimo localizzato.

– Calcare di Nago e Monte delle Erbe: costituiscono una ulteriore ricopertura di sedimenti calcarei delle superfici già coperte da tufi e lave basaltiche.

Oligocene (meno di 25 milioni di anni):

– Formazione Acquenere: si tratta dell’ultima deposizione di sedimenti marini riscontrabile sul Monte Baldo, di natura carbonatico-detritica.

english

rocce