MAGGIOCIONDOLO

Il maggiociondolo è un piccolo albero caducifoglio alto dai 5 ai 7 metri, con la corteccia liscia, rami espansi verdi scuri e ramoscelli penduli e pubescenti (peli più lunghi e patenti nel Laburnum alpinum, più appressati nel Laburnum anagyroides). Le foglie (composte da tre foglioline) hanno un lungo picciolo. I fiori sono giallo oro, molto profumati, raggruppati in lunghi racemi penduli (fino a 25 cm) e fioriscono tipicamente in maggio (racemi meno ricchi di fiori nel Laburnum alpinum). I frutti sono legumi dai numerosi semi neri contenenti citisina (un alcaloide), molto velenosi (il legume maturo del Laburnum alpinum è alato, a differenza di quello del Laburnum anagyroides).

E’ una specie lucivaga (non ama l’ombra del bosco fitto) e costituisce piccoli gruppi ai margini dei boschi cedui. Vegeta e fiorisce in habitat temperati e moderatamente umidi, specialmente in terreni calcarei, spesso associato a boschi di carpino nero e di faggio. Combattuta dagli allevatori per la sua tossicità, anche per gli animali.

Il legno è duro e pesante, di colore giallo/bruno, ottimo per pali, lavori al tornio e come combustibile. In passato era utilizzato come ottimo legno per la costruzione degli archi. E’ coltivato come pianta ornamentale. Si usa vantaggiosamente per rivestire le scarpate franose lungo le strade montane e per i ripristini ambientali.

english

commonlaburnum

Laburnum anagyroides

Medic.

Laburnumalpinum

Laburnum alpinum

Bercht.