ARBUSTI

Gli arbusti sono delle piante perenni, legnose, generalmente ramificate fin dalla base, di dimensioni inferiori ai 3-4 metri. Costituiscono la parte principale del sottobosco, soprattutto nelle radure e nelle aree di margine per le loro tendenze colonizzatrici. Possono formare interi popolamenti al di fuori del bosco, a volte come uno stadio della successione ecologica verso ecosistemi più evoluti (spesso a seguito di una regressione del bosco originario che ha subito gravi traumi di origine naturale o antropica), oppure per le particolari condizioni stazionali oltre il limite ecologico della foresta.

In genere sono piante molto longeve, di lento accrescimento, con legno pesante e duro. Spesso le parti sotterranee sono più sviluppate di quelle aeree e questo fatto, insieme a particolari adattamenti morfofisiologici, rende gli arbusti particolarmente resistenti a condizioni ambientali difficili. Il portamento spesso prostrato, la capacità di radicazione avventizia, l’attitudine pollonifera consentono a molte specie di arbusti di sopravvivere e riprodursi anche dopo danni violenti (incendi, valanghe, frane, calpestio, pascolamento).

La produzione abbondante e costante di frutti di alto valore nutritivo e di facile accessibilità costituisce una risorsa alimentare preziosa per un gran numero di animali, contribuendo in modo determinante alla formazione negli ecosistemi di reti alimentari molto fitte, garanzia di stabilità e di efficienza degli ecosistemi stessi.

english

salice-repens